Simon-Kucher Global Pricing Study

Nel nostro Global Pricing Study chiediamo regolarmente ai dirigenti e ai manager dei principali settori a livello mondiale la loro opinione sui temi caldi del pricing e della concorrenza, delle prospettive degli utili e delle tendenze in atto. Questo studio, unico nel suo genere, rappresenta la più vasta ricerca internazionale sulle strategie di pricing condotta attualmente e ogni sua edizione fornisce dati interessanti e spesso inaspettati.

Global Pricing Study 2016

All’edizione 2016 hanno partecipato circa 2200 tra dirigenti e manager aziendali, provenienti da 25 settori in oltre 40 paesi.

Quest’anno il sondaggio si è concentrato sul tema della digitalizzazione, che è risultata essere, secondo il parere degli intervistati, tanto un’opportunità quanto una minaccia. Se da un lato si ritiene che le tecnologie digitali saranno un volano per le vendite, molte aziende temono che, se mal gestita, l’era digitale comporterà una compressione di prezzi e margini. Leggi le conclusioni dello studio o richiedi il documento completo.

Versioni precedenti del Global Pricing Study

Dal Global Pricing Study 2014 è emerso che il lancio di nuovi prodotti fallisce nel 72% dei casi. Ciò è dovuto principalmente a pressioni e guerre sui prezzi e alla concorrenza a basto costo, che non consentono alle aziende di applicare per i loro prodotti innovativi il prezzo desiderato.  Ciononostante vi è ampio consenso sul fatto che l’innovazione sia lo strumento principe per superare l’attuale tendenza alla riduzione di prezzi e utili. Top insight: Le società che vincono la sfida dell’innovazione in contesti difficili sanno integrare le proprie strategie di marketing e di prezzo nei processi aziendali, dall’ideazione del progetto in avanti. Approfondisci con la lettura del nostro eBook gratuito, Profitable Innovation, o richiedi lo studio completo.

Il Global Pricing Study 2012 è stato incentrato sull’importanza degli aspetti organizzativi del pricing ai fini dell’aumento degli utili. Lo studio mostra chiaramente che la redditività dell’azienda balza in avanti se il CEO ha un ruolo attivo nel pricing. Un forte impegno del top management nella sfera del pricing, abbinato ad un’efficiente organizzazione di quest’ultimo, è essenziale per la crescita degli utili. Per approfondire l’argomento consulta il nostro eBook gratuito The Key to Higher Profits: Pricing Power, o richiedi lo studio completo .

Il Global Pricing Study 2011 indica che il 68% dei manager utilizzano il tasso di inflazione come benchmark per determinare i loro obiettivi di incremento dei prezzi. Di conseguenza, alzano i prezzi soltanto al di sotto o al livello del tasso di inflazione. Questa pratica è molto rischiosa per gli utili di queste aziende, perché gran parte delle aziende non raggiunge i propri obiettivi di aumento dei prezzi. Quindi, non solo fissa un’asticella molto bassa, ma non è nemmeno in grado di superarla. Ne risulta un’erosione degli utili. Guarda i risultati dello studio.